STAMMI VICINO: quando i genitori diventano figli

  |   Servizi sociali

di BARBARA DELFINI

Area tematica: Servizi sociali

La mia idea

Quando una famiglia attende la nascita di un figlio può disporre di supporti, informazioni, corsi per diventare bravi genitori. I neo-genitori vengono travolti, come un fiume in piena, da consigli, attenzioni, comportamenti, su come crescere, come alimentare, come mettersi in relazione con il neonato. Quando però l’attenzione si sposta sul genitore che invecchia, che perde gradualmente le proprie capacità e la propria autonomia, la sensazione di essere soli è forte e le difficoltà mettono a dura prova le famiglie che si sentono sole ad affrontare questo passaggio impegnativo. L’idea è di attivare un corso di formazione per familiari di persone che invecchiano, aperto anche a coloro che, a diverso titolo, sono coinvolti in processi di cura come enti pubblici e privati, associazioni, medici, specialisti ecc.. articolato in un percorso di crescita: - ASPETTI MEDICI: fisiologia e patologia dell’invecchiamento, patologie più frequenti, patologie invalidanti. Un secondo incontro sulle patologie dementigene, Alzheimer, ecc. - ASPETTI SOCIOLOGICI DELLA FAMIGLIA : cambiamenti strutturali della famiglia, le nuove realtà sociologiche e sociali , la modifica dei ruoli in presenza dei patologie. - ASPETTI GIURIDICI : strumenti e strategie per la tutela dei familiari con anziani; strumenti giuridici per la tutela dei malati , non solo Alzheimer, ma affetti da patologie gravemente invalidanti. - RISORSE TERRITORIALI : MEDICHE, LEGALI, ISTITUZIONALI, SOCIALI presenti tutte e tre le docenti per due incontri - ASPETTI DI COMUNICAZIONE E DI DIFFUSIONE DELLE INFORMAZIONI come la fisiologia dell’anziano e la patologia vengono proposte dai mass media; pregiudizi, convinzioni culturali e tradizionali . - INCONTRO DI CHIUSURA E DI PROPOSTA PER UN PERCORSO IN COLLABORAZIONE CON LE REALTA’ GIA’ ATTIVE.

Come migliorerebbe la vita a Legnano

Diffusione di conoscenze corrette sull’invecchiamento vuol dire migliorare la vita delle persone anziane e delle loro famiglie. Il corso si propone anche di far conoscere le risorse attive presenti sul territorio e di coinvolgerle in un “circolo formativo” che, consolidandosi anche dopo il termine del progetto, potrà indirizzare e accompagnare moltissime situazioni di vita della nostra città.

Chi potrebbe beneficiarne

Il 21,7% della popolazione di Legnano (Istat 2015) è di età superiore a 65 anni, dato lievemente superiore a quello della Lombardia (20,8%), ma in particolare 6510 residenti, pari al 10,8% sono più anziani di 75 anni. E’ evidente quindi che questa deriva demografica, derivata dall’aumento dell’aspettativa di vita e dalla contrazione della natalità, condiziona un riassetto famigliare nei termini di relazione, sostegno e responsabilità intergenerazionali. L’inversione possibile del ruolo genitoriale potrebbe coinvolgere a Legnano il 32% della popolazione, che ha età tra i 40 ed i 60 anni, maggiormente coinvolta nelle cure “genitoriali” ai propri genitori.

I sostegni per questa idea sono: 57

Oppure guarda le altre idee della categoria Servizi sociali
o di tutte le categorie




Condividi l'idea