LEGN’Arte

  |   Cultura

di Camilla Barni

Area tematica: Cultura

La mia idea

Il progetto che voglio presentarvi ha lo scopo principale di diffondere la conoscenza della storia millennaria della città di Legnano, in tutte le sue forme e nelle sue evoluzioni attraverso i secoli. Fondamentale è la collaborazione attiva dei cittadini e delle istituzioni, per la conoscenza e la conservazione del patrimonio culturale. Tutte le attività di questo progetto hanno come obbiettivo anche l’incontro con culture diverse che convivono a Legnano, come momento di scambio reciproco e per un’integrazione che parte proprio dalla conoscenza della storia del territorio. Il progetto si divide in 3 sezioni • PERCORSI PER GLI ALUNNI DELLE SCUOLE DI LEGNANO • VISITE GUIDATE ALLA SCOPERTA DEI TESORI DELLA CITTÁ • CORSI PER ADULTI Nella prima sezione, quella dedicata ai ragazzi e alle ragazze delle scuole elementari, medie e superiori, verrà proposto un laboratori didattico, da sviluppare in tre momenti diversi (in aula, sul territorio e un evento conclusivo). Questo laboratorio ha lo scopo di fare acquisire agli studenti nozioni di carattere storico e artistico sia del territorio locale, ma anche del panorama italiano, a partire dai primi insediamenti preistorici sul territorio. La seconda sezione, dedicata alle visite guidate, si rivolge a tutti i cittadini, soprattutto alle famiglie, che vogliono scoprire cosa nasconde la città di Legnano. Attraverso diversi percorsi, verranno illustrate le bellezze delle chiese, dei musei e delle zone della città che hanno particolare interesse storico, artistico e culturale. Infine, la terza sezione è quella dedicata agli adulti che attraverso un corso serale e/o nei giorni non lavorativi, avranno la possibilità di approfondire la storia e la storia dell’arte locale. Percorsi nella storia e nella storia dell’arte della città che prevede parte delle lezioni nei luoghi d’interesse (es. Museo Civico G. Sutermeister, la Basilica di San Magno, Castello Visconteo), mentre altre presso gli spazi della Biblioteca Civica Augusto Marinoni. PRIMA SEZIONE PERCORSI PER LE SCUOLE La stanza delle Meraviglie Questa prima proposta di attività è rivolta ai ragazzi e alle ragazze delle scuole presenti sul territorio. LA STANZA DELLE MERAVIGLIE LEGNANO UN MUSEO A CIELO APERTO Introduzione al tema Con il termine Wunderkammern si indica quel fenomeno che visse la sua massima fioritura nel XVI secolo, con la creazione, presso le residenze signorili di vere e proprie “Stanze delle Meraviglie”, adatte a contenere gli oggetti più preziosi e più particolari che si trovavano sul mercato, con l’intento di ricostruire e custodire un universo in una stanza. Questo particolare collezionismo trova seguito nel XVII secolo, alimentato dalle grandiosità barocche, mentre per tutto il Settecento, le “Stanze delle Meraviglie”, ampliano i loro orizzonti favorite dall’amore e dalla curiosità per le scoperte scientifiche. Le “Stanze delle Meraviglie” rispondono all’unico criterio basato sulla propria e intima visione del bello. Ma è proprio questa idea di Meraviglia che invoglia alla conoscenza. Sulla base di questo avvenimento storico e artistico, che ha segnato l’inizio del concetto di “museo”, si vogliono coinvolgere i ragazzi delle scuole di Legnano ad approfondire la conoscenza del proprio territorio. Coinvolgere così i ragazzi all’interno di un percorso nei luoghi più caratteristici della città, per sviluppare le proprie percezioni sensoriali e la conoscenza dei luoghi. L’idea è quella di affascinare, meravigliare e stupire il visitatore, proponendo un’esperienza nuova, costruita esclusivamente sulla base dei proprio gusti e dei propri sensi. Come un grande museo a cielo aperto, Legnano e i suoi luoghi, saranno l’oggetto della Meraviglia ed dello studio dei ragazzi che avranno la possibilità di costruirsi una vera e propria stanza delle Meraviglie, come i grandi signori del Cinquecento. Gli alunni saranno quindi coinvolti in prima linea a disegnare e/o a scegliere delle fotografie che verranno scattate durante le visite guidate, per poi poter costruire, alla fine del viaggio, la propria stanza delle Meraviglie. DURATA DEL LABORATORIO 22 ore ORGANIZZAZIONE DIDATTICA 1) PRESENTAZIONE E COINVOLGIMENTO DELLE SCUOLE SUL TERRITORIO La prima tappa di questo laboratorio è quella di presentare il progetto alle scuole e agli insegnanti delle che intendano partecipare a questa attività promossa dal comune di Legnano. 2) SVOLGIMENTO DELLE LEZIONI IN AULA (4 ore) La prima parte vera a propria dell’attività verrà svolta in aula per presentare ai ragazzi il progetto e una breve lezione su quello che andremo a vedere. Fondamentale sarà in questa fase riuscire a catturare la curiosità dei ragazzi che parteciperanno a questo laboratorio. - Presentazione del progetto - Breve storia dei luoghi che andremo a visitare - Organizzazione del materiale necessario per lo sviluppo del laboratorio 3) VISITA AI LUOGHI D’INTERESSE (12 ore previste) I luoghi che saranno visitati per trovare il materiale per costruire le stanze delle Meraviglie saranno: - Museo Civico Guido Sutermeister a Legnano - Castello Visconteo a Legnano - Chiesa di Sant’Ambrogio a Legnano - Basilica di San Magno a Legnano (con lezione breve sul castello dei Cotta) - Tesori delle contrade (su previa autorizzazione di almeno una delle contrade) Tra i luoghi di interesse verrà dato come compito anche quello di trovare delle immagini del palio che gli alunni ritengono interessanti e di valore per poter essere collocati nella stanza delle Meraviglie. In questa fase verranno scattate le fotografie su indicazione degli alunni che poi verranno stampate e consegnate ai ragazzi nella fase successiva del laboratorio. 4) REALIZZAZIONE DELLE STANZE DELLA MERAVIGLIA DEI RAGAZZI IN AULA (4 ore) La fase dopo quella della scoperta e della visita dei luoghi della città, è quella che verrà sviluppata in aula. Gli alunni lavorando insieme dovranno costruire la propria stanza delle meraviglie con il materiale raccolto durante le visite. Le fotografie fatte durante le uscite verranno stampate e gli alunni dovranno scegliere un massimo 1 foto ciascuno. A queste fotografie andranno aggiunti i disegni e qualsiasi altro materiale raccolto. Verrà così composta, per ogni classe la stanza delle Meraviglie. 5) ESPOSIZIONE DEI LAVORI IN UN LUOGO DA DEFINIRE (SPAZIO COMUNALE E/O SCUOLA) (previste 2 ore per allestimento mostra) La conclusione del laboratorio sarà l’esposizione di tutti i lavori degli classi nelle proprie scuole e/o in spazi comunali, con un evento nei quali i ragazzi dovranno fare da guida ai visitatori all’interno della mostra. Inoltre, potrebbe essere interessante rilasciare agli alunni un attestato di partecipazione con una valutazione del lavoro svolto. SECONDA SEZIONE VISITE GUIDATE Il tesoro della cittá Questa sezione del progetto LEGN’Arte si rivolge ai tutti i cittadini di Legnano, soprattutto alle famiglie e agli appassionati di storia e di arte, interessati a scoprire i tesori che la città custodisce. Qui di seguito sono elencati i percorsi e le visite guidate proposte: I MANIERI E LA TRADIZIONE DELLA BATTAGLIA In concomitanza con l’evento del PALIO, le contrade aprono ai cittadini i loro musei per mostrare e raccontare i costumi, l’arte e le tradizioni di una storia millenaria che dal 1935 viene celebrata con la rievocazione del palio delle contrade di Legnano. I manieri, come quello di San Domenico e di San Magno, custodiscono un vero e proprio museo di oggetti d’arte di grande interesse storico culturale. Le visite guidate di questa sezione, saranno indirizzate alla conoscenza non solo delle opere d’arte dei manieri, ma anche alla storia e alla tradizione del palio che ogni anno Legnano ricorda con grande partecipazione. Durata della visita guidata: 1 ora per maniero (visite guidate da dividere in più giorni) Dove: - San Domenico - San Magno - San Martino - Sant’Erasmo IL CASTELLO VISCONTEO Il Catello Visconteo, detto di San Giorgio, è il simbolo della città e della sua storia. Le sue origini sono collegate a un antico convento dedicato al San Giorgio, che nel 1231 sembra essere già in rovina. Sappiamo con certezza che il 14 ottobre nel 1261 i monaci di tale convento firmarono un atto di cessione del monastero e le terre annesse, ai Lampugnani e ai Torriani, ovvero alle due famiglie che avevano vessato i monaci. A questa data sappiamo che esisteva una torre di vedetta che serviva a controllare la strada che collegava la zona a Milano. Tra il 1261 e il 1273 i Torriani ampliarono l’edificio costruendo le due ali che divennero il nucleo originario della struttura. Nel corso dei secoli il Castello Visconteo ha subito molte modifiche e cambiamenti, fino ad arrivare alla struttura che noi oggi possiamo visitare. La visita guidata la Castello Visconteo di Legnano prevede una lezione completa sia sulla storia, che sull’architettura dell’edificio con particolare approfondimento nella tecnica della costruzione muraria. Infine, è prevista anche la visita allo Spazio Castello con le opere dei maestri del ‘900 e le vesti del palio. Durata della visita guidata: 2 ore Dove: Castello Visconteo di Legnano LA BASILICA DI SAN MAGNO Tra tutti i monumenti legnanesi, quello di maggiore importanza, sia per la sua storia che per gli artisti che hanno reso celebre questo edificio, è indubbiamente la Basilica d San Magno, situata nel centro storico della città. Quando nel 1504 iniziarono i lavori sotto il patrocinio delle famiglie Lampugnani e Vismara, i Legnanesi si erano appena privati della storica chiesa di San Salvatore, gemella al duomo di San Pietro ad Agliate, oggi ancora visitabile. Di carattere spiccatamente rinascimentale, la basilica legnanese conserva intatti affreschi e pitture di grande rilevanza storica: le opere di Giangiacomo Lampugnani del XVI secolo, il polittico del Luini del 1523, l’affresco di Giovanni Battista e Francesco Lampugnani del XVII secolo e l’opera di Beniamino Turri del 1830. La visita guidata alla Basilica si concentrerà sia sulla storia e che sulle opere d’arte dell’edificio, ma anche sui cambiamenti della pizza e degli edifici che la circondano, ricordando anche l’antico castello dei Cotta. Durata della visita guidata: 1,30 ore Dove: Basilica di San Magno SANT’AMBROGIO. LA PRIMA OPERA D’ARTE DI LEGNANO Molti di noi ci passano tutti i giorni davanti, ma in pochi sanno che la piccola chiesa di Sant’Ambrogio situate nel cuore di Legnano, è un gioiello, sia per le qualità artistiche, che per la sua storia. La datazione rimane ancora imprecisa: alcune fonti riportano la datazione alla prima metà del XIII secolo, quando Legano era ancora divisa da Legnarello, e il borgo si sviluppava attorno alla Braida Arcivescovile. La chiesa di Sant’Ambrogio è ricordata per essere stata la sepoltura di Leone da Perego (1263); altri storici invece insistono per una datazione più vicina alla fine del XIV secolo. Oggi la chiesa conserva la pala Lampugnani e diversi affreschi della seconda metà del ‘500 realizzati sempre dai Lampugnani, tra cui quello che rappresenta il Santo, sul lato sinistro della chiesa. Durata della visita guidata: 1 ora Dove: Chiesa di Sant’Ambrogio BONVESIN DE LA RIVA E IL COMPLESSO DI SANT’ERASMO Lungo il Sempione e vicino all’ospedale vecchio, il complesso di Sant’Erasmo è considerato uno dei tesori di Legnano. Presente già negli elenchi del 1300, con la ricostruzione nel 1925 per iniziativa del Podestà di Legano Fabio Vignati, l’antico ospizio mantenne intatti gli affreschi del XIV e XV secolo che riproducono il martirio del Santo. Di grande pregio è una pala d’altare di Benvenuto Tisi (anche se la dubbia attribuzione riferisce il nome di Cristoforo Lampugnani) che riproduce la Madonna con il Bambino, datata all’inizio del XVI secolo. La visita guidata prevede anche un approfondimento su Bonvesin de la Riva, uno di più importati poeti e scrittori del XIII secolo. Durata della visita guidata: 1,30 ore Dove: Complesso di Sant’Erasmo (chiesa e ospizio) LA PICCOLA CHIESA DI SAN MARTINO e SAN GIORGIO San Martino sorge vicino alla zona che vide le ultime fasi della storica battaglia di Legnano. Infatti, sorge nel punto scelto dai Lombardi della Lega come ostacolo difensivo, per attaccare il Barbarossa atteso da Castellanza. La datazione della chiesetta di San Martino appare antica quanto la battaglia in diversi documenti. Sappiamo che nel XV secolo la chiesa venne ampliata e orientata verso ovest e un giovane Lampugnani dipinse una bella deposizione della Madonna dal sapore mantegnesco. La visita prosegue poi nei pressi del piccolo oratorio di San Giorgio, ancora più antica della chiesa di San Martino e che conserva ancora oggi gli affreschi dell’inizio del XIV secolo. Durata della visita: 2 ore Dove: - Chiesa di San Martino - Chiesa di San Giorgio LA CHIESA DELLA PURIFICAZIONE E I CAPOLAVORI DEL XVII SECOLO La terza chiesa della zona di Legnarello di importante valore storico e artistico è la chiesa della Purificazione, edificata intorno al 1547. La facciata presenta un portico con quattro colonne portanti, mentre il frontone è decorato con due finestre rotonde con festoni di fiori e frutta, e una finestra centrale. All’interno sono presenti gli affreschi dei Lampugnani del XVII secolo, che si trovano nell’abside e nel presbiterio. Durata della visita: 1 ora Dove: Chiesa della Purificazione IL SANTUARIO DELLA MODONNA DELLE GRAZIE Un altro luogo di Legnano degno di nota e di attenzione è il bellissimo Santuario della Madonna della Grazie, legato a un miracolo a due ragazzi sordomuti. La costruzione dell’edificio risale al 1610 circa, dopo l’autorizzazione di Federico Borromeo. Venne progettata una chiesa a pianta a croce greca con quattro cappelle laterali. I lavori terminarono solo nel 1650, con tre cappelle sul lato sinistro e due su quello destro, modificando il progetto originale. La chiesa è molto importante per il patrimonio artistico che conserva: tra le varie opere d’arte sono da ricordare l’altare con le decorazioni dorate e le pareti prospicenti arricchite da due quadri di Francesco Lampugnani con l’Annunciazione e la Visitazione di Maria. Inoltre abbiamo delle opere del Legnanino, un pittore del XVIII secolo e la cupola affrescata con la scena dell’Assunzione di Maria. Durata della visita guidata: 1,30 ore Dove: Santuario della Madonna della Grazie MUSEO CIVICO GUIDO SUTERMEISTER Importante per Legnano è la presenza di un ricco museo archeologico che illustri le tappe della nascita della città, attraverso i ritrovamenti e le scoperte che hanno caratterizzato tutto il ‘900. Questa iniziativa è rivolta a far conoscere ai cittadini sia la presenza sul territorio di un museo così importante, che le origini della nostra storia. Durata della visita: 1 ora Dove: Museo Guido Sutermeister TERZA SEZIONE I CORSI La storia e l’arte di Legnano Questa terza e ultima sezione del progetto LEGN'Arte, vuole proporre ai cittadini dei corsi di approfondimento inerenti la storia e la storia dell’arte della nostra città, all’interno di un panorama più ampio. Il corso si rivolge agli adulti appassionati di storia e arte locale con uno spiccato interesse per il panorama lombardo dalla preistoria fino ai giorni nostri. Il corso prevede anche approfondimenti e lezioni in loco (come per esempio il Museo Civico Guido Sutermeister e il Castello Visconteo PROGRAMMA DEL CORSO: - Preistoria. I primi insediamenti nella zona dell’Olona - Arrivano i Romani. La città di Legano all’epoca dei Romani e dei Galli - I Barbari (visita al Museo Civico G. Sutermeister) - Lo sviluppo dei comuni. Legnano e Milano sotto la protezione di Sant’Ambrogio - La Battaglia (visita al Castello Visconteo) - Il Duecento. La nascita delle prime chiese e della scuola milanese e comasca. - Alle porte del Rinascimento. Melchiorre Lampugnani - Il Cinquecento la fioritura della città con la Basilica di San Magno. Giacomo Lampugnani (Visita alla Basilica di San Magno - Gli spagnoli e gli affreschi del XVII. Francesco e Giovanni Lampugnani - Il Settecento. Antonio Maria Turri e i Carrera - Lo sviluppo del borgo nell’Ottocento. Beniamino Turri - Il Risorgimento. Mosè Turri Senior e Daniele Turri - La prima guerra mondiale. Elia Turri - La Resistenza. Legnano città di partigiani. Le opere di Gersam Turri - Lo sviluppo industriale. La Cantoni e la Tosi (vista alla fabbrica Franco Tosi) LEZIONI: Dove: presso la Biblioteca Comunale/Aule comunali adibite ai corsi Totale ore: 20 ore (1,30 ore per lezione) Quando: Sera e/o sabato Materiale didattico: Libri della Biblioteca Comunale di Legnano Ps. Il progetto del corso per adulti è modificabile per gli alunni delle scuole che intendano sviluppare un laboratorio di approfondimento della storia locale e lombarda.

Come migliorerebbe la vita a Legnano

La mia idea migliora la cultura e la conoscenze, non che la consapevolezza, della nostra città. Promuove l'integrazione tra persone che vivono nello stesso luogo attraverso la conoscenza di esso. Conoscere, capire e conservare è il futuro della nostra società.

Chi potrebbe beneficiarne

La mia proposta si rivolge alla comunità: dai bambini delle scuole elementari che imparerebbero fin da subito a conoscere il luogo dove abitano, agli adolescenti che capirebbero la storia e l'importanza di alcuni luoghi a cui è obbligo dare rispetto e valore, fino alle famiglie che avrebbero delle attività da poter fare insieme.

I sostegni per questa idea sono: 83

Oppure guarda le altre idee della categoria Cultura
o di tutte le categorie




Condividi l'idea